Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Buguggiate

ALBO ON-LINE
Comune di Buguggiate
Cosa Vedere

CHIESETTA DI SANTA CATERINA

SANTA CATERINA

Per chi è amante dell’arte e della pittura la visita alla Chiesina di Erbamolle, situata nella frazione di Erbamolle che comprende i lembi dei comuni di Buguggiate ed Azzate si trova. L'aspetto più pregevole e interessante della chiesina di Ebamolle è sicuramente la parte pittorica. Le due serie di affreschi è ciò che colpisce più profondamente il visitatore, perché risaltano più dell'aspetto architettonico, molto semplice e povero. Gli affreschi, esterni e interni, vengono attribuiti a Galdino da Varese ed alla sua scuola.

 

LAVATOIO DI MONTALBO

Interessante è anche lo scorcio che offre il Lavatoio di Montalbo. Trattasi di un lavatoio di inizio secolo inserito armoniosamente nel contesto della corte di Montalbo La struttura era abbandonata da un quindicina di anni. Con i lavori di ristrutturazione è rinato un simbolo della frazione di Montalbo e un patrimonio storico della comunità intera di Buguggiate. Il lavatoio notoriamente era luogo di ritrovo del mondo contadino; spesso il risciacquo dei panni faceva parte di un rito comune che univa le donne del borgo e che sovente era accompagnato da lunghe chiacchierate e profonde condivisioni dei problemi, oltre che da ferventi pettegolezzi. La ristrutturazione ha riguardato la copertura, il piazzale antistante, un'area con panchine e i servizi tecnologici sottostanti.

 

CHIESA DI SAN VITTORE MARTIRE


Non si può dimenticare la chiesa parrocchiale, dedicata a San Vittore Martire e da sempre punto di riferimento e di coagulo di tutta la comunità, che aveva già una sua prima struttura nel XIII secolo. La forma, ad una sola navata con due cappelle laterali settecentesche (1711), come oggi noi la vediamo è il risultato di successive modificazioni e ampliamenti attuati nei corso dei secoli di volta in volta per ragioni liturgiche, esigenze conservative, a causa dell’aumento del numero dei fedeli, per abbellimenti, dotazioni di arredi ed opere d’arte. Nel 1832 fu dotata di un prezioso organo ( proveniente dalla parrocchiale di Morbio Inferiore e costruito nel 1773), attualmente in fase di restauro. Qualche anno dopo, nel 1861, fu innalzato l’attuale campanile. L’ultimo ampliamento, riguardante l’allungamento di 1/3 della navata, risale al 1914; l’attuale concerto di campane è del 1965. Oggi le sue dimensioni risultano inadeguate rispetto all’aumento della popolazione. È in corso la progettazione per un suo ampliamento mediante la creazione di due navate laterali

 

 

ORATORIO DI SAN GIOVANNI BATTISTA

SAN GIOVANNI

Nel 1676 fu edificato l'oratorio di S. Giovanni Battista,situato nel centro storico del paese, a spese di Francesco Peruconi, come risulta da un attonotarile. Si tratta di un edificio sacro ad una sola navata con soffitto a cassettoni ed un solo altare; unico suppellettile sacro: l'effige lignea di S. Giovanni.Battista.L'edificio è a pianta quadrata, leggermente trapezoidale avendo il frontale obliquo, dotato di un piccolo presbiterio con volta a botte.L'edificio non avrebbe niente di particolare, che sia almeno rimasto oggi, al di fuori della sua pianta abbastanza inconsueta, se non fosse stato il centro di una vita associativa espressa dapprima con la formazione della Confraternita del S. Sacramento e successivamente da quella del S. Rosario.Il curioso corredo della chiesetta testimonia questa duplice presenza ed operatività:il tabulario con i nomi di tutti i confratelli, la determinazione delle loro funzioni all'interno della confraternita e le "puntate" a segno della loro partecipazione alle riunioni ed agli uffici sacri.