Una strada pulita non dipende dal servizio di pulizia, ma dall'educazione dei suoi abitanti.

L'articolo 639 del codice penale punisce l'imbrattamento e il deturpamento di cose altrui, prevedendo al primo comma che chiunque deturpa o imbratta cose mobili o immobili altrui è punito, a querela della persona offesa, con la multa fino a 103 euro.


La medesima norma prosegue, al secondo comma, precisando che se il fatto è commesso su beni immobili o su mezzi di trasporto pubblici o privati la pena è quella della reclusione da uno a sei mesi o della multa da 300 a 1.000 euro, mentre se il fatto è commesso su cose di interesse storico o artistico la pena è quella della reclusione da tre mesi a un anno e della multa da 1.000 a 3.000 euro.

Ultime notizie

Avviso ai cittadini

Chiusura via Trieste dal 06/07/2020 per lavori stradali.

Garantita la circolazione dei residenti in loco

Esposizione al gas Radon - indicazioni ATS Insubria

In allegato, nota di ATS Insubria riguardo l'esposizione al gas Radon con indicazione dei link di approfondimento sull'argomento.

 

Uso dei prodotti fitosanitari. Indicazioni.

Indicazioni operative sull'uso di prodotti fitosanitari nelle operazioni di manutenzione del verde pubblico e privato all'interno dei centri abitati.

 

Torna all'inizio del contenuto